Cile, vulcano erutta dopo migliaia di anni, evacuata comunità

domenica 4 maggio 2008 11:44
 

CHAITEN, Cile (Reuters) - Chaiten, in Patagonia, appare una città fantasma a causa della cenere fuoriuscita ieri tutto il giorno da un vulcano che venerdì ha fatto registrare la sua prima eruzione dopo migliaia di anni, costringendo all'evacuazione di quasi 4.500 persone.

Le autorità hanno allontanato la maggior parte degli abitanti della cittadina di Chaiten nel Cile meridionale, mandando molti di loro in nave sull'Isola Chiloe e a Puerto Montt sulla terraferma.

Le scuole sono state trasformate in rifugi pieni di acqua in bottiglia dopo che uno strato di cenere vulcanica ha contaminato le acque della zona.

Solo poche decine di persone sono rimaste a Chaiten, dove l'omonimo vulcano coperto di neve ha eruttato venerdì, facendo tremare la terra e facendo alzare una nube di cenere di tre chilometri.

Non si hanno notizie su eruzioni del vulcano Chaiten negli ultimi duemila anni secondo Sernageomin, un'agenzia geologica e mineraria governativa.

 
<p>Il fumo si leva dal vulcano Chaiten a 1220 chilometri a sud di Santiago, il 2 maggio 2008. REUTERS/Federico Lynam</p>