Pillola del giorno dopo, allarme ginecologi: ormai è routine

venerdì 2 maggio 2008 18:00
 

ROMA (Reuters) - E' allarme tra i ginecologi: sono troppe le donne che riccorono alla cosiddetta pillola del giorno dopo, che spesso diventa una routine.

In sette anni, dicono in una nota i ginecologi riuniti a Praga per il X Congresso della Società europea di contraccezione, il consumo è aumentato di oltre il 60%.

"Si deve invece educare agli anticoncezionali di nuova generazione che proteggono e non fanno ingrassare", dice la nota.

Le giovanissime, dicono gli esperti, scelgono sempre più spesso la contraccezione di emergenza come un metodo di routine.

Da qui l'allarme dei ginecologi. "I dati sono chiari: in Italia nel 2006 ne sono state vendute 320.000, il 55% a chi ha meno di 20 anni, e il trend è in crescita, tanto che nel 2007 si è arrivati a circa 370mila".

"Le ragazze spesso sottovalutano l'impatto di questo farmaco, un vero shock ormonale", commenta Rossella Nappi, ginecologa dell'Università degli Studi di Pavia. "Per questo va rinforzata l'informazione e l'educazione sulla contraccezione consapevole. Gli anticoncezionali ormonali sono i più sicuri e possono essere consigliati anche alle giovanissime".