"Titano" della fantascienza Arthur Clarke sepolto in Sri Lanka

sabato 22 marzo 2008 13:06
 

COLOMBO (Reuters) - Lo scrittore di fantascienza Arthur C. Clarke è stato sepolto oggi nello Sri Lanka, suo paese d'adozione, che si è fermato per il "titano".

Clarke, nato in Gran Bretagna, noto soprattutto per "2001: Odissea nello spazio", è morto a 90 anni per una crisi cardio-respiratoria che i medici hanno collegato alla sindrome post-poliomelite che lo aveva relegato per anni su una sedia a rotelle.

"Ci sentiamo estremamente privilegiati per il fatto che tu abbia voluto lasciare il tuo segno su di noi. La tua impronta non svanirà mai", ha detto a chi ha preso parte ai funerali Tamara Ekanayake, cresciuta nella casa di Clarke a Colombo e la cui famiglia era stata adottata dallo scrittore.

I familiari e gli amici hanno gettato rose gialle sul corpo di Clarke, adagiato su un letto bianco sotto zanne di elefante, in un ultimo gesto di rispetto accompagnato dalla colonna sonora di "Odissea nello spazio", prima della sepoltura nel principale cimitero di Colombo.

"Penso che non vedremo un altro come lui per il prossimo milione di anni", ha detto A.S.M Munawwar, insegnante, arrivato dalla parte orientale dello Sri Lanka stringendo in mano una copia autografata di uno dei libri di Clarke.

Il presidente Mahinda Rajapaksa, che nei giorni scorsi ha parlato di Clarke come di un "profeta", ha chiesto alla nazione di rispettare un minuto di silenzio per quello che i giornali hanno definito un "titano".

Clarke ha lasciato scritto che per il suo funerale non ci fosse "assolutamente alcun rito religioso di alcun genere". Ha inoltre chiesto di scrivere sulla sua lapide: "Qui giace Arthur Clarke. Non crebbe mai, ma non smise di crescere".

 
<p>La salma di Arthur C. Clarke trosporta a spalla a Colombo. REUTERS/Buddhika Weerasinghe</p>