In paracadute sull'Everest, donna britannica punta al record

domenica 31 agosto 2008 11:15
 

KATHMANDU (Reuters) - Una donna britannica punta a diventare la prima donna a sorvolare l'Everest, la vetta più alta del mondo, lanciandosi con il paracadute.

Lo hanno riferito oggi gli organizzatori.

Holly Budge, 29 anni, si prepara a lanciarsi da 142 metri sopra l'Everest, per poi superarlo e atterrare su un prato a 3.764 metri di altezza.

Il lancio è previsto in ottobre, dopo il decollo da Syangboche nella regione Khumbhu del Nepal nordorientale, dove sorge l'Everest, la vetta più alta del mondo a 8.850 metri.

"Sono emozionata, fiduciosa, spaventata, tutto in uno", ha detto via e-mail Budge, che ha al suo attivo numerosi lanci, anche da piccoli aerei, mongolfiere ed elicotteri.

"Ma questo sarà completamente diverso da qualsiasi cosa ho fatto prima".

Budge, designer e regista di Brisol, indosserà una maschera per ossigeno e un paracadute molto più grande del normale perché la discesa è molto più veloce nell'aria rarefatta della zona di lancio.

Tremila persone hanno finora scalato l'Everest dalla prima impresa storica del neozelandese Edmund Hillary e del suo sherpa, Tenzing Norgay, nel 1953.