Lirica, al via domani con Aida 86mo festival all'Arena di Verona

giovedì 19 giugno 2008 12:21
 

ROMA (Reuters) - Si aprirà domani con l'Aida l'86esimo Festival lirico all'Arena di Verona, con migliaia di appassionati che seguiranno i 50 spettacoli in cartellone fino al 31 agosto.

Un festival, quello 2008, nel solco della tradizione e, come spiegano all'ufficio stampa, senza nuovi allestimenti "sostanzialmente per cercare di contenere i costi: la Fondazione Arena è in un momento di grande attenzione alle spese".

"Comunque il nostro pubblico capisce le nostre esigenze", e del resto gli allestimenti proposti in questa stagione hanno riscosso grande successo gli anni scorsi, quindi la qualità è garantita.

Ad aprire il festival sarà l'Aida, "rivisitazione filologica dello spettacolo che nel 1913 diede inizio alla storia dell'opera lirica in Arena" quando il tenore Giovanni Zenatello decise di celebrare il primo centenario della nascita di Giuseppe Verdi allestendovi un grande spettacolo.

Sul podio salirà il Maestro Renato Palumbo, mentre la regia sarà curata da Gianfranco De Bosio. Le repliche si terranno il 28 giugno, 6-8-11-17-20-27 luglio, 3-8-17-21-24-26-31 agosto.

La seconda opera in cartellone, in scena dal 21 giugno, è la Tosca di Giacomo Puccini con regia, scene e costumi di Hugo de Ana, che riprende l'applaudito allestimento del 2006. Sarà diretta da Giuliano Carella. Le repliche si terranno il 27 giugno, 4-12-19-24 luglio, 1 agosto.

Con la terza opera in cartellone, il Nabucco di Giuseppe Verdi dal 22 giugno, gli appassionati si troveranno invece di fronte "un allestimento sicuramente in chiave moderna, una lettura anche piuttosto raffinata e intellettuale", spiega l'ufficio stampa.

"E' il Nabucco di Denis Krief che ha esordito l'anno scorso con una scenografia che richiama una libreria, con il popolo israeliano presentato come depositario della cultura, e i libri che poi cadono nel momento musicale dell'invasione del Tempio di Gerusalemme", spiega ancora un addetto stampa.

A dirigere sarà Daniel Oren, uno degli artisti più amati dal pubblico areniano. Le repliche si terranno il 26 giugno, 3-9-16-26 luglio, 7-16-29 agosto.

Si tornerà invece al classico con la Carmen di Georges Bizet nell'allestimento di Franco Zeffirelli - in scena dal 5 luglio con repliche il 10-13-15-18-25 luglio e 5-10-15-22-27-30 agosto - e il Rigoletto di Verdi ripreso dall'edizione 2003, con la regia di Ivo Guerra e le scene di Raffaele Del Savio, in scena il 2 agosto con repliche il 6-9-20-23-28 agosto.

Come nelle scorse edizioni, si prevede che anche quest'anno circa la metà del pubblico sarà composto da stranieri, specie tedeschi. Gli altri saranno invece italiani, circa il 50% dei quali turisti in molti casi giunti a Verona appositamente per il festival lirico.

 
<p>Uno spettacolo all'Arena di Verona VP/ME</p>