Kenya, è in un campo profughi lo scolaro più anziano al mondo

giovedì 20 marzo 2008 12:14
 

ELDORET, Kenya (Reuters) - La crisi post-elettorale in Kenya ha costretto lo scolaro più vecchio al mondo a rifugiarsi in un campo profughi, ma non ha fermato la sua voglia di imparare.

Kimani Maruge, un contadino di 88 anni, oggi vive in un campo che ospita 14.000 rifugiati, ma tutte le mattine si sveglia presto, prende i suoi libri e cammina per 4 chilometri per raggiungere la sua amata scuola elementare di Kapkenduiywo.

"Sono dovuto fuggire e venire qui quando sono iniziati gli scontri e le nostre case venivano date alle fiamme", ha detto Maruge dalla sua tenda incerata fornita dalla Croce Rossa, sotto la pioggia battente. "Ma non ho smesso di studiare, la scuola è troppo importante".

Maruge fa parte del gruppo etnico dei Kikuyu, che negli ultimi decenni si è spostato nell'area occidentale del Kenya, vicino Eldoret, per coltivarne le terre. I kikuyu sono stati attaccati da alcuni gruppi di manifestanti dopo la controversa rielezione del presidente Mwai Kibaki in dicembre.

Anche se Kibaki, di etnia kikuyu, ha ora raggiunto un accordo con l'opposizione, i 300.000 profughi rifugiati in varie parti del paese hanno ancora paura di tornare nelle proprie case.

Più di 1.000 persone hanno perso la vita negli scontri.

"Vorrei che mi trasferissero in un ambiente sicuro, come Nairobi, dove poter studiare sereno e con gli strumenti adeguati", ha detto Maruge a Reuters.

Anche se nel campo è stata allestita una scuola per i rifugiati, Maruge preferisce raggiungere Kapkenduiywo, nonostante la distanza.

A differenza di molti altri kikuyu, Maruge ha ancora una casa, che non è stata bruciata forse per una forma di rispetto nei suoi confronti: Maruge è conosciuto in tutto il Kenya e rispettato da tutti per essere stato premiato dalle Nazioni Unite come lo scolaro più anziano del mondo.

 
<p>Kimani Maruge con i suoi compagni di classe alla scuola elementare Kapkenduiywo di Langas. REUTERS/Thomas Mukoya (KENYA)</p>