Doping, biatleta russa Pyleva sarà processata in Italia

lunedì 9 giugno 2008 17:27
 

TORINO (Reuters) - Olga Pyleva, l'atleta russa trovata positiva all'antidoping alle Olimpiadi invernali di Torino nel 2006, sarà processata il 16 ottobre a Susa.

Lo ha riferito una fonte giudiziaria.

A giudicarla sarà la sede distaccata della quinta sezione penale del Tribunale di Torino.

Secondo l'accusa del procuratore aggiunto, Raffaele Guariniello, la Pyleva avrebbe assunto carfedone al fine "di alterare la prestazione agonistica".

Dopo essere stata esclusa dai Giochi, l'atleta era stata anche privata della medaglia d'argento conquistata nella 15 km di biathlon.

L'atleta si era giustificata dicendo di aver assunto un farmaco che le era stato somministrato dal suo medico personale per un infortunio a una caviglia, e di non sapere che si trattasse di una sostanza vietata.

Il suo medico, Nina Vinogradova, aveva a sua volta accusato la casa farmaceutica russa dell'irregolarità, dicendo di aver prescritto un farmaco regolarmente approvato.

L'atleta sarà rappresentata da un legale d'ufficio e al momento non si sa se sarà presente al procedimento.

 
<p>Olga Pyleva, l'atleta russa trovata positiva all'antidoping alle Olimpiadi invernali di Torino nel 2006. REUTERS/Ilya Naymushin (RUSSIA)</p>