Calcio,diritti tv in chiaro:nessun accordo da incontro Rai-Lega

giovedì 28 agosto 2008 21:22
 

MILANO (Reuters) - L'incontro tra la Rai e la Lega Calcio svoltosi stasera non ha portato a un accordo sulla cessione dei diritti audiovisivi in chiaro del campionato di calcio, al via il prossimo fine-settimana.

Lo riferiscono numerosi media, riferendo le parole dei partecipanti.

Dopo l'invito ad offrire pubblicato dalla Lega con scadenza 6 agosto e andato deserto, la Rai ha partecipato alla trattativa privata formulando le offerte per tutti i pacchetti per i quali aveva mostrato interesse così come configurati dalla stessa Lega Calcio: diritti televisivi e radiofonici per la serie A, B e Tim Cup, oltre alla Supercoppa già assegnata e trasmessa dalla Rai.

La Rai aveva presentato un'offerta complessiva di 30,6 milioni di euro, e l'incontro di oggi serviva a trovare un punto d'incontro tra le esigenze della Lega Calcio e l'offerta dell'emittente pubblica, che non è stato trovato.

Se non vi saranno modifiche, il campionato, al via questo week-end, sarà visibile solo da chi ha il satellite con Sky o il digitale terrestre.

Per quanto riguarda la Serie B, la Lega Calcio ha invece reso noto in un comunicato oggi di avere assegnato la licenza dei diritti audiovisivi relativi alle partite del campionato 2008/2009 e 2009/2010, da esercitare a pagamento, in ambito nazionale, per la piattaforma digitale satellitare a Sky e per la piattaforma digitale terrestre a Telecom Italia Media.