Calcio, Europei, fermati tifosi ubriachi dopo atti vandalici

domenica 8 giugno 2008 16:29
 

di Trevor Huggins

VIENNA (Reuters) - Tifosi in balia dell'alcol portati via dalla polizia e atti di vandalismo hanno segnato ieri l'inizio degli Europei di calcio 2008, sollevando timori nella polizia di nuovi problemi nelle prossime ore.

Sebbene i numeri non siano elevati, vedere il volto peggiore del calcio sin dalla giornata inaugurale dell'evento ospitato da Svizzera e Austria è stata una delusione per gli organizzatori.

Non è andata meglio sul campo agli svizzeri che, dopo aver incassato una sconfitta 1-0 dalla Repubblica ceca ieri, oggi hanno dovuto rinunciare all'attaccante Alex Frei che ha riportato lesioni ai legamenti del ginocchio nella partita a Basilea.

Mentre l'allenatore svizzero Koebi Kuhn valuta le opzioni tattiche, la prospettiva di episodi di hooliganismo tiene occupati i responsabili della sicurezza.

La polizia australiana ha detto che 17 persone sono state arrestate nella notte a Klagenfurt, che oggi ospita la partita di apertura del gruppo B tra Germania e Polonia.

La polizia prevede altri disordini prima e dopo la partita di stasera alle 20:45, in particolare da parte di tifosi potenzialmente violenti in arrivo da Germania, Austria e Polonia.

A Basilea, la polizia svizzera ha fermato una dozzina di persone, in gran parte ubriachi. L'eccesso di alcol è una delle cause degli atti di vandalismo e delle risse, secondo la polizia svizzera.

La preoccupazione non è minore in Austria. Due mesi dopo la mancata qualificazione dell'Inghilterra agli Europei, secondo un sondaggio un austriaco su cinque è ancora convinto che gli inglesi siano la principale causa dei disordini.

Tuttavia, il centro di Vienna appare tranquillo oggi, mentre migliaia di tifosi croati, indossando le maglie a scacchi rosse e bianche della loro squadra, si sono riuniti in attesa di Croazia-Austria alle 18.

Tra canti, suoni di tamburi e bandiere, i croati hanno creato la prima vera atmosfera sportiva di questo campionato nella elegante capitale austriaca.

 
<p>Tifosi croati nel centro di Vienna. REUTERS/Leonhard Foeger</p>