Europei calcio, ricavi record grazie a diritti tv e sponsor

sabato 7 giugno 2008 16:27
 

di Antonella Ciancio

MILANO (Reuters) - Gli europei di calcio che si aprono oggi in Svizzera e Austria hanno già segnato la prima vittoria sul campo dei ricavi, con un record di quasi 1,3 miliardi di euro previsti dalla Uefa, grazie soprattutto a sponsorizzazioni e diritti tv.

Le stime, annunciate ieri dalla Uefa, dimostrano la vitalità del calcio sul fronte economico, nonostante lo scenario negativo globale, dicono gli esperti.

"I ricavi del Campionato europeo di calcio sono in forte crescita e lo stato di salute delle sponsorizzazioni nel calcio è buono", ha detto a Reuters Giovanni Palazzi, presidente e Ad di StageUp, società di consulenza attiva nello sport business.

Creato quasi mezzo secolo fa per riunire in uno stesso evento vari tornei regionali, gli Europei di calcio oggi sono la principale competizione europea per le federazioni di calcio nazionali e il terzo maggiore evento sportivo nel mondo dopo i Mondiali di calcio e le Olimpiadi.

Sostenuti da diritti audiovisivi e vendite di merchandising, gli introiti della Uefa dagli Europei sono andati crescendo costantemente dal 1992, raggiungendo 852 milioni di euro in Portogallo quattro anni fa (con un balzo del 270% sulla precedente edizione ospitata da Belgio e Olanda), spiega StageUp.

PER L'EUROPA IN ARRIVO 1,4 MILIARDI

L'impatto economico generale di Euro 2008 sull'economia europea, invece, dovrebbe essere di 1,4 miliardi di euro, secondo le stime di StageUp e MasterCard, uno degli sponsor del campionato.

"Questo impatto sarà avvertito in molti paesi, principalmente sostenuti da sponsorizzazioni e ricavi commerciali, e ogni partita nei gironi genererà fino a 42 milioni di euro in media", ha detto in una nota Simon Chadwick, docente di sport business alla Coventry Business School, autore della ricerca MasterCard.   Continua...

 
<p>L'allenatore Roberto Donadoni durante un allenamento della nazionale italiana allo stadio Suedstadt stadium in Austria. REUTERS/Tony Gentile</p>