Euro 2008, Oms ai tifosi: vaccinatevi contro il morbillo

venerdì 25 aprile 2008 17:09
 

GINEVRA (Reuters) - I tifosi che andranno in Svizzera e Austria a giugno per gli Europei di calcio dovranno verificare di essersi vaccinati contro il morbillo e farsi iniettare una dose se la loro immunità non è sicura, ha detto oggi l'Organizzazione mondiale della Sanità.

Le due città, che ospiteranno gli Euro 2008 dal 7 a 29 giugno, sono alle prese con diversi casi di morbillo da cinque mesi.

Gli esperti temono che la malattia, altamente contagiosa, possa diffondersi ulteriormente durante le partite allo stadio, se gli spettatori non saranno protetti.

"C'è grande preoccupazione per un ambiente come lo stadio, dove ci sono 30.000 persone vicine l'una all'altra", ha detto Hayatee Hasan, portavoce dell'agenzia delle Nazioni Unite a Ginevra, una delle otto città che ospiteranno l'importante evento sportivo.

La Uefa prevede che 5 milioni di persone assistano alle partite degli Europei, inclusi tifosi svizzeri e austriaci. Circa 2.250 persone in Svizzera hanno avuto il morbillo dal novembre 2006, quando si è registato un focolaio infettivo nel cantone di Lucerna, dove la copertura del vaccino è solo al 78% -- sotto la soglia minima del 95% consigliata dall'Oms.

La malattia, che causa 242.000 morti all'anno, si è propagata dalla Svizzera all'Austria, dove sono stati registrati circa 200 casi, e in Danimarca, Germania, Norvegia e Arizona e California negli Stati Uniti. Un piccolo focolaio verificatosi in Francia potrebbe essere collegato.

Molti casi riguardano ragazzini che non erano vaccinati o avevano assunto solo una delle due dosi necessarie per ottenere l'immunità, in gran parte a causa della contrarierà dei genitori ai vaccini, che spesso combinano rosolia e parotite.

Gli esperti, che giudicano infondati i timori sulla pericolosità dei vaccini, dicono che tutti hano bisogno di due dosi di vaccino per proteggersi ed evitare di trasmettere la malattia agli altri.

 
<p>Operai sistemano il prato allo stadio di Innsbruck per gli Europei 2008. REUTERS/Dominic Ebenbichler</p>