Taser, l'odiata pistola elettrica ispira ex dei Clash

giovedì 24 aprile 2008 12:18
 

di Dean Goodman

LOS ANGELES (Reuters) - Dopo aver dilagato su Internet lo scorso anno, il tormentone "Don't tase me, bro!", pronunciato da uno studente americano arrestato e colpito da una pistola elettrica dalla polizia, torna ora in una canzone dell'ex rocker dei Clash Mick Jones.

Jones ha raccontato ieri a Reuters di aver intitolato così una canzone del suo secondo album con i Carbon/Silicon, la band formata con il punk Tony James.

"Farà così, dun-dun-dun ... Aaaargh!", ha detto Jones a margine degli NME Awards a Los Angeles.

Jones, come milioni di persone in tutto il mondo, è stato colpito dal video in cui si vede lo studente Andrew Mayer, dell'Università della Florida, arrestato e colpito da un "taser" durante una manifestazione del senatore americano John Kerry lo scorso settembre.

Le sue parole rivolte alla polizia, "Don't tase me, bro", sono diventate un hit sul web, ma sono state anche stampate su magliette e usate nelle pubblicità.

"E' stata disgustosa", ha detto Jones parlando della reazione della polizia.

L'album dei Carbon/Silicon si chiamerà "Yeah, Whatever.com". La data del lancio non è stata ancora resa nota.

 
<p>Mick Jones, ex chitarrista e voce dei Clash, canta con la sua nuova band Carbon/Silicon al NME Awards 2008 a Los Angeles il 23 aprile 2008. REUTERS/Mario Anzuoni</p>