Carla Bruni: farò la first lady "fino alla morte"

martedì 12 febbraio 2008 22:19
 

PARIGI (Reuters) - Evocando la "grande avventura" della sua unione con Nicolas Sarkozy, Carla Bruni promette di svolgere "seriamente" e "fino alla morte" il suo ruolo di first lady di Francia e prende le difese del presidente, bersaglio di sondaggi sfavorevoli.

In un'intervista a L'Express, la prima concessa dopo il matrimonio con il capo di Stato il 2 febbraio scorso, l'ex modella ora cantante ammette una parte di responsabilità nella sovraesposizione mediatica della loro relazione sentimentale.

E dice anche di rimpiangere le foto di suo figlio sulle spalle di Nicolas Sarkozy, pubblicate in occasione del loro viaggio in Giordania lo scorso gennaio.

"Il mio errore più grande, certamente, è stato condurre mio figlio in quella visita a Petra. Ciò ha fornito una immagine scioccante, violenta, oscena, che mi ha fatto vergognare come madre. Non è un errore di Nicolas, è il mio", sottolinea l'artista.

"Abbiamo dato insieme, e mi dispiace, l'impressione di una vita quasi normale con dei piaceri (...) Le persone ritengono, a giusto titolo, che il lavoro di un presidente debba essere svolto 24 ore su 24. Confermo che è così", afferma Carla Bruni. "Ha tuttavia bisogno di una parte, anche minuscola, di vita normale, come tutti noi".

A una domanda sulla denuncia depositata da Nicolas Sarkozy contro il sito internet del Nouvel Observateur -- che il presidente ha accusato di "falso" dopo la pubblicazione di un sms che avrebbe inviato alla sua ex moglie Cécilia -- la neo-signora Sarkozy si inalbera contro "i nuovi mezzi di disinformazione".

"Se questo genere di siti fosse esistito durante la guerra, che ne sarebbe stato delle denuncia degli ebrei", si domanda.

Nell'intervista, Carla Bruni parla di "Nicolas", di cui cita il nome 13 volte, di "mio marito", una espressione che usa cinque volte. Cita anche il "presidente" e "l'uomo che amo".

"FINO ALLA MORTE"   Continua...

 
<p>Il presidente francese Nicolas Sarkozy e la moglie Carla Bruni, durante la vacanza in Egitto prima del loro matrimonio, nel dicembre 2007. REUTERS/Nasser Nuri/Files</p>