Venezia, Leone d'Oro a "The Wrestler" con Mickey Rourke

sabato 6 settembre 2008 21:37
 

MILANO (Reuters) - (aggiorna con commenti)

di Roberto Bonzio

VENEZIA (Reuters ) - Con un'interpretazione straordinaria e commovente, Mickey Rourke ha conquistato la giuria della 65a Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, che stasera ha assegnato il Leone d'Oro al film americano "The Wrestler" di Darren Aronofsky, storia struggente di un anziano lottatore che rifiuta di abbandonare il ring.

Un film talmente ritagliato sull'attore, per il quale la sceneggiatura ha dei risvolti autobiografici, che annunciando il premio, il presidente della giuria, il regista tedesco Wim Wenders, ha insolitamente nominato l'interprete prima del film.

"Sono stato senza lavoro per 15 anni, ho avuto molto tempo per riflettere", ha risposto con ironia Rourke dopo la cerimonia a chi gli ha chiesto con ammirazione come si fosse preparato per questa interpretazione. "Non considero il wrestling uno sport ma una forma di intrattenimento. Non ha nulla a che fare col pugilato, magari col circo. Non lo rispettavo ma dopo due mesi e mezzo di prove, rispetto le persone che lo fanno", ha detto. "Questi non si fanno davvero male l'un l'altro, tutto è preparato. Ma fanno davvero male a se stessi, perchè sentono l'adrenalina del pubblico...".

COPPA VOLPI DI MIGLIOR ATTORE A SILVIO ORLANDO

Un'edizione 2008 tutt'altro che avara col cinema italiano, dopo che i quattro film in concorso non avevano suscitato grandi entusiasmi.

Il Leone del Futuro per la miglior opera prima Premio "Luigi de Laurentiis" è andato infatti a Gianni Di Gregorio, che ha diretto "Pranzo di Ferragosto", sezione Settimana della Critica ("E' l'anno più bello della mia vita, ho scritto 'Gomorra' e ho realizzato questo film, premiato con una motivazione che mi commuove", ha detto Di Gregorio. Mentre la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile è andata a Silvio Orlando, protagonista di "Il papà di Giovanna" di Pupi Avati (quella per la miglior interpretazione femminile è andata alla francese Dominique Blanc, protagonista di "L'autre" di Patrick Mario Bernard e Pierre Trividic).

Italiano premiato anche nella categoria Orizzonti, dove "Below the Sea Level" di Gianfranco Rosi ha vinto il riconoscimento di miglior documentario. "Il cinema italiano forse ha bisogno di un po' più di serenità e rispetto quando le cose non vanno nella direzione sperata", ha detto Silvio Orlando in una breve conferenza stampa dopo la cerimonia, a proposito dei giudizi altalenanti che da anni si formulano sullo stato di salute del cinema italiano. E ha attribuito alla confusione suscitata dall'emozione una battuta con la quale aveva dedicato il premio al regista del suo film Pupi Avati "dall'alto dei Cieli".   Continua...

 
<p>Il regista statunitense Darren Aronofsky (a sinistra) con l'attore Mickey Rourke alla 65ma Mostra del Cinema di Venezia. REUTERS/Denis Balibouse</p>