Pamela Anderson contesta Mars per esperimenti su animali

sabato 15 dicembre 2007 11:57
 

NEW YORK (Reuters) - Attrice e attivista del movimento animalista, l'ex star di "Baywatch" Pamela Anderson ha contestato Mars, dicendo di essere sconvolta dall'aver scoperto che l'azienda per la quale aveva fatto pubblicità compie esperimenti che uccidono gli animali.

In una lettera al presidente di Mars, Paul Michaels, la Anderson ha detto che avrebbe sostenuto il boicottaggio, lanciato da People for the Ethical Treatment of Animals (Peta), di M&Ms, Twix ed altri snack della società.

"Quando i miei amici del Peta mi hanno fatto vedere le prova degli esperimenti crudeli e inutili sugli animali che Mars continua a finanziare, sono rimasta sconvolta e ci vuole parecchio per sconvolgermi", ha detto l'ex modella di Playboy e protagonista nel ruolo di bagnina della serie tv "Baywatch".

La Anderson era stata pagata da Mars per viaggiare lo scorso anno attraverso l'Australia per il lancio dei M&Ms verdi dell'azienda.

Peta ha accusato Mars di violare la propria linea di condotta dichiarata, finanziando uno studio della University of California, San Francisco, che usa ratti, "costretti ad alimentarsi con tubi di plastica in gola ... poi vengono dissezionati e uccisi".

Il gruppo animalista ha annunciato una denuncia alla Federal Trade Commission (Ftc) riguardo le false dichiarazioni di Mars.

Una portavoce di Mars ha detto di non poter commentare le dichiarazioni di Peta nè la notizia degli esperimenti, aggiungendo che la società comunque non pubblica dichiarazioni di cui non sia sicura al 100%.

 
<p>Pamela Anderson, Las Vegas, 9 settembre 2007. REUTERS/Mike Blake</p>