Usa, indice Ism manifatturiero gennaio 51,3, ben sotto attese

lunedì 3 febbraio 2014 16:17
 

NEW YORK, 3 febbraio (Reuters) - Il settore manifatturiero americano è cresciuto a un ritmo più lento a gennaio e l'espansione dei nuovi ordini ha registrato il maggior calo negli ultimi 33 anni, spingendo l'attività industriale al minimo di otto mesi.

L'Institute for Supply Management (Ism) ha detto che l'indice per l'attività aziendale nazionale è sceso a 51,3 il mese scorso, al livello più basso dal maggio 2013, dal 56,5 di dicembre rivisto.

Il dato di gennaio si è attestato ben al di sotto della previsione di 56 emersa da un sondaggio di economisti Reuters, non riuscendo a centrare nemmeno la parte bassa della stima a 54,2. Le letture oltre 50 indicano espansione.

La lettura di gennaio segna il secondo mese di fila di rallentamento della crescita rispetto al picco di 57 raggiunto a novembre, massimo da aprile 2011, il che lascia intendere che l'economia portebbe stare perdendo un po' di brio di cui ha beneficiato nella seconda metà del 2013.

Il dato più allarmante nel rapporto redatto dall'Ism è il pesante calo dell'indice dei nuovi ordini, sceso a 51,2 da 64,4 di dicembre. Il crollo di 13,2 punti rappresenta il più consistente calo mensile per l'indicatore dal dicembre 1980.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia