Iata, traffico aereo passeggeri in crescita del 6,8% a maggio

giovedì 30 giugno 2011 12:30
 

ZURIGO, 30 giugno (Reuters) - I volumi del traffico aereo potrebbero subire degli scossoni nei prossimi mesi per via delle rivolte in Medio Oriente e della crisi dell'euro. Lo ha reso noto oggi l'Associazione Internazionale per il Trasporto Aereo, riferendo di una crescita dei volumi nel mese di maggio.

I dati diffusi dalla Iata hanno mostrato una crescita del 6,8% nel traffico aereo passeggeri nel mese di maggio rispetto al 2010.

Il trasporto aereo di merci -- dato importante in relazione al commercio mondiale -- ha invece fatto registrare un calo del 4%, ha riferito la Iata. Ma i volumi di trasporto merci erano cresciuti dell'1,2% ad aprile, un dato che, secondo la Iata, contribuirà ad alleviare la pressione sui profitti delle compagnie aeree per il continuo rincaro del carburante.

"Ci sono rischi legati alle rivolte politiche in Medio Oriente e alla crisi della moneta europea", ha detto il direttore generale della Iata Giovanni Bisignani.

Le rivolte in Egitto e Tunisia hanno avuto un drammatico impatto, con i voli nei due paesi diminuiti di circa il 20%, stando ai dati Iata.