Yuan, Cina: reagiremo se Usa ci imporranno sanzioni

domenica 21 marzo 2010 12:19
 

PECHINO, 21 marzo (Reuters) - Se gli Usa dichiareranno cha la Cina sta manipolando la sua valuta e le imporranno sanzioni commerciali, Pechino reagirà. Lo ha detto oggi il ministro del Commercio, Chen Deming, nell'ultima puntata della controversia sullo yuan.

Mentre si avvicina la scadenza del 15 aprile, il giorno in cui il Tesoro americano deciderà se la Cina sta ingiustamente tenendo basso il tasso di cambio per ottenere un vantaggio competitivo sul mercato globale, Chen ha nuovamente accusato Washington di politicizzare la questione.

"La valuta è una questione di sovranità (nazionale) e non dovrebbe essere tra quelle discusse tra due paesi", ha detto il ministro al China Development Forum.

"Pensiamo che il renminbi non sia sottovalutato, ma se il Tesoro Usa darà un responso falso per le sue necessità, aspetteremo e vedremo. Se tale responso sarà seguito da sanzioni commerciali, non staremo con le mani in mano. Risponderemo anche noi", ha aggiunto Chen, senza specificare in che modo Pechino potrebbe reagire.