Fisco, Berlusconi: nessun crollo, calo entrate previsto

venerdì 24 aprile 2009 21:07
 

CAGLIARI, 24 aprile (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha commentato il netto calo delle entrate fiscali affermando che era previsto.

"'Non è un crollo, è una diminuzione prevista che sapevamo di dover affrontare", ha detto il premier parlando con i giornalisti a margine di una cena con gli industriali del G8.

"Questo non ci ha impedito di avviare la ricostruzione in Abruzzo senza mettere le mani nelle tasche degli italiani. Quale governo non avrebbe aumentato la benzina o fatto una tassa di scopo? Il mio governo ci è riuscito e sono molto orgoglioso, spero gli italiani lo apprezzino", ha aggiunto.

Nei primi due mesi del 2009 le entrate tributarie erariali, calcolate secondo il criterio della competenza, si sono attestate a 56,871 miliardi di euro, segnando un calo del 6,6% in termini annui.

Secondo il bollettino del dipartimento delle Finanze, è di 4.001 milioni il calo del gettito in termini assoluti.