Islanda rimuoverà controlli su capitali - Banca centrale

venerdì 31 luglio 2009 16:25
 

STOCCOLMA, 31 luglio (Reuters) - Il governo islandese ha approvato un piano per la graduale rimozione dei controlli sui movimenti di capitale. Lo fa sapere la Banca centrale islandese attraverso il proprio sito.

Il piano prevede inizialmente l'abolizione delle restrizioni sugli ingressi di nuovi capitali a scopo di investimento, e il permesso per i capitali derivanti da tali investimenti di lasciare l'isola, purché siano stati registrati presso la banca centrale.

"Molti importanti passi sono stati fatti", dice il comunicato della banca centrale. "Questo dovrebbe permettere l'inizio dello smantellamento dei controlli nei prossimi mesi".

I capitali scelti per la prima fase della liberalizzazione sono quelli meno passibili di generare instabilità, dice la banca. Le fasi successive del piano di liberalizzazione non avranno inizio fino a che questa prima fase non sarà stata completata in maniera soddisfacente.

Le aspettative su questa prima fase sono per un effetto limitato o positivo sulle riserve del paese. Maggiori dettagli sulla prima fase e alcune indicazioni sulle fasi successive saranno comunicati il 5 agosto.

In una nota separata, il governo islandese fa sapere che l'Islanda ha riserve più che sufficienti per affrontare un breve ritardo nei finanziamenti dal Fondo monetario internazionale.

La comunicazione arriva dopo che l'Fmi ha rimandato la discussione sul programma di sostegno al paese colpito dal tracollo finanziario. La riunione per approvare il programma era provvisoriamente prevista per il 3 agosto. Il Fmi non ha specificato una nuova data, ma ha fatto sapere che si terrà "presto".

"Grazie alla posizione forte in riserve di valuta estera della banca centrale, un ritardo contenuto nel via ai finanziamenti non avrà effetti significativi", ha fatto sapere il governo attraverso il proprio sito.