Bce preoccupata per crescita ma non taglio tassi - Mnsi

venerdì 29 agosto 2008 16:37
 

FRANCOFORTE, 29 agosto (Reuters) - Gli esponenti della Banca centrale europea sono sempre più preoccupati dal rapido raffreddamento dell'economia della zona euro, ma i rischi d'inflazione sono troppo alti per giustificare un taglio dei tassi. Lo ha riportato l'agenzia Mnsi citando una fonte anonima.

La fonte, secondo Mnsi, ha detto che è improbabile che ci sia un taglio dei tassi quest'anno, in linea con le dichiarazioni fatte pubblicamente da esponenti della Bce, incluso il maltese Michael Bonello.

"Non prevedo alcun ulteriore rialzo dei tassi o un possibile taglio entro la fine del 2008" avrebbe detto la fonte.

Un'altra fonte ha detto che non c'è segno di una sostanziale riduzione d'inflazione e che il marcato calo della fiducia in Germania indica che la maggiore economia della zona euro potrebbe registrare una contrazione nel terzo trimestre come nel secondo.

"L'economia tedesca corre il rischio di scivolare verso la recessione" ha detto la fonte. "Secondo l'analisi della Bce, la Gran Bretagna, la Spagna e l'Irlanda sono già in recessione e la Francia potrebbe essere in bilico".

Inoltre "si prevede che Spagna e Francia soffriranno di stagflazione".