PUNTO 1 - Scudo fiscale, rimpatriabili quasi 300 mld euro

martedì 29 settembre 2009 17:20
 

(riscrive con precisazione Gdf-Agenzia entrate, dettagli)

ROMA, 29 settembre (Reuters) - I patrimoni esportati illegalmente all'estero dagli italiani e che potrebbero essere rimpatriati attraverso lo scudo fiscale ammontano a quasi 300 miliardi, secondo i dati dell'Agenzia delle Entrate e della Guardia di finanza che citano una stima fatta dall'Associazione dei private bankers. "Di quasi 300 miliardi di euro è la consistenza dei patrimoni degli italiani detenuti all'estero che potrebbero essere rimpatriati aderendo allo scudo fiscale. Di questi 125 miliardi si troverebbero in Svizzzera e 86 in Lussemburgo", si legge nella nota.

Successivamente è stato precisato che il dato deriva da una stima dell'associazione dei private banker.

Nell'intervento di Giuseppe Vicanolo, Generale di Brigata della Gdf a capo del III reparto "Operazioni", questa cifra è meglio specificata.

"A livello nazionale i patrimoni degli italiani detenuti all'estero che, secondo l'associazione italiana dei private bankers, potrebbero essere rimpatriati o regolarizzati ammonterebbero a 278 miliardi di euro", si legge nella relazione di Vicanolo.

Oltre ai 125 miliardi in Svizzera e ai 68 in Lussemburgo, oltre 2 miliardi di euro sarebbero nella Repubblica di San Marino, dettaglia il generale.

"In questo momento, mille delle 5.000 verifiche in corso a cura dei reparti della Guardia di finanza, sono finalizzate a contrastare i fenomeni di evasione fiscale internazionale", ha illustrato Vicanolo nella sua relazione.

Lo scudo fiscale, che consente di regolarizzare le posizioni davanti al fisco con il pagamento di una aliquota del 5% e comporta anche un'amnistia per i reati tributari e societari tra cui il falso in bilancio, è atteso sia approvato definitivamente dal Parlamento entro la settimana.

"Si tratta dell'ultima opportunità di mettersi in regola", dice anche il comunicato.

La circolare definitiva dell'Agenzia delle entrate sullo scudo sarà pubblicata la prossima settimana, aggiunge la nota.