Usa, Pil trim3 a +3,5%, sopra attese, prima crescita da trim2 08

giovedì 29 ottobre 2009 13:55
 

(versione in italiano con maggiori dettagli)

NEW YORK, 29 ottobre (Reuters) - Torna a crescere il Prodotto interno lordo americano come non succedeva dal secondo trimestre del 2008. Anzi, la crescita è stata maggiore delle stime, attestandosi a +3,5% rispetto ad un consensus a +3,3%.

E' quanto emerge dai dati diffusi dal dipartimento del Commercio americano che precisa come il risultato sia stato provocato da un miglioramento di consumi, export e investimenti immobiliari.

"Il Pil migliore delle attese conferma che la Grande recessione è finita", commenta lo strategist Kevin Flanagan. "La domanda adesso è se si tratta di qualcosa di più di una ripresa statistica o se stiamo entrando in un momento significativo".

"Sarà molto difficile continuare ad avere una crescita sul 3,5%", gli fa eco Dan Cook di Ig Markets, "Mi aspetto di scendere vicino allo zero nel quarto trimestre 2009 e nei primi 3 mesi del 2010, man mano che la Fed ritira le misure (a sostegno dell'economia)".

La crescita di oggi segna il ritmo di miglioramento più veloce dal terzo trimestre 2007 e mette momentaneamente la parola fine alla contrazione dello 0,7% nel periodo tra aprile e giugno.

La spesa dei consumatori, che pesa per oltre i due terzi dell'attività economica americana, è salita ad un tasso del 3,4% dal -0,9% del trimestre precedente, con il maggiore aumento dal primo trimestre del 2007. Gli investimenti immobiliari sono saliti del 23,4%, il massimo incremento dagli ultimi tre mesi del 2005, e le esportazioni del 14,7%.