Usa, seconda stima Pil trim2 conferma calo -1% a tasso annuo

giovedì 27 agosto 2009 14:58
 

(Notizia in italiano con dettagli)

WASHINGTON, 27 agosto (Reuters) - L'economia americana si è contratta nel secondo trimestre più lentamente di quanto atteso, con la spesa dei consumatori e le esportazioni che hanno in parte bilanciato una riduzione record delle scorte. La seconda stima preliminare a cura dell'ufficio di analisi economica del Dipartimento del commercio statunitense, ha confermato per il periodo in esame un calo dell'1% a tasso annuo e su base corretta per i fattori stagionali, invariato dalla prima stima e superiore alle previsioni per una flessione dell'1,5%.

Nel trimestre da gennaio a marzo il Pil era sceso del 6,4%.

"I dati mostrano che l'economia non sta peggiorando", commenta Subodh Kumar, uno strategist di Toronto.

Le vendite finali sono salite nello stesso periodo dello 0,4%, a fronte di un consensus e di una stima precedente per un calo dello 0,2%. Migliorano anche le esportazioni, a -5% rispetto al -7% della prima stima, mentre gli investimenti delle imprese hanno accentuato la flessione a -10,9% dalla precedente stima a -8,9%. Sono stati confermati dalla prima stima anche l'indice dei prezzi Pce su anno e il Pce core, visti rispettivamente a -0,2% su anno e a +1,6%.

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Usa, seconda stima Pil trim2 conferma calo -1% a tasso annuo | Notizie | Macroeconomia | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,953.36
    -0.23%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,173.96
    -0.25%
  • Euronext 100
    1,019.38
    +0.00%