PUNTO 1 -Italia,Prometeia vede Pil 2009 a -2,3%, deficit al 4,5%

martedì 27 gennaio 2009 14:49
 

(aggiunge dettagli da comunicato, confronto)

MILANO, 27 gennaio (Reuters) - Prometeia ha rivisto al ribasso le previsioni sul Pil e sul deficit dell'Italia per quest'anno, indicando uno scenario molto difficile per l'economia.

Il Pil è visto scendere del 2,3% quest'anno, dopo la flessione dello 0,6% nel 2008. Nell'ottobre scorso, Prometeia aveva diffuso un rapporto in cui parlava di una contrazione dell'economia dello 0,4% nel 2009, dopo una flessione dello 0,2% nel 2008.

Il rapporto diffuso oggi, si legge in un comunicato, riporta che l'Italia registrerà una crescita media dello 0,7% calcolata su un orizzonte di due anni, per il 2010 e il 2011.

Per quanto riguarda il rapporto deficit/Pil, Prometeia lo vede salire con decisione al 4,5% quest'anno dopo un 2,9% nel 2008. A ottobre, Prometeia si attendeva un deficit di 2,9% quest'anno, in lieve rialzo dal 2,6% del 2008.

Secondo il centro studi, "la recessione non ha ancora sviluppato tutte le potenzialità negative" e le politiche fiscali espansive messe in atto dai governi non produrranno effetti "prima della prossima estate".

Il ritorno alla crescita è visto solo nel 2010, con un Pil in "lento recupero" e un'inflazione che "si allontanerà dallo zero".

Il rapporto di Prometeia parla di prezzi delle materie prime e del petrolio attorno ai livelli attuali per tutto l'anno in corso, con benefici conseguenti sulle capacità di spesa di famiglie e imprese.   Continua...