Inflazione, 50% possibilità che continui ad aumentare - Fisher

martedì 26 agosto 2008 15:31
 

WASHINGTON, 26 agosto (Reuters) - Il presidente della Federal Reserve di Dallas Richard Fisher ha detto che c'è il 50% di possibilità che l'inflazione possa continuare a salire oppure contro il fatto che la sua impennata sia un evento isolato, mentre la crescita economica rallenterà fino a diventare appena percepibile nella seconda metà dell'anno.

In un'intervista con Dow Jones Newswires pubblicata oggi, Fisher si è detto preoccupato che gli aumenti del prezzo di grano e denaro potrebbero non essere temporanei e le aspettative inflazionistiche potrebbero radicarsi nell'economia.

"La vera preoccupazione che nutro come banchiere centrale è se (l'inflazione) inizierà o meno a influenzare le strategie di spesa dei consumatori e quelle della determinazione dei prezzi dei produttori", ha detto Fisher a Dow Jones. "Non conosco la risposta a questa domanda, è una sorta di 50-50" se l'aumento dell'inflazione si dimostrerà essere stato "un evento isolato", o qualcosa di più persistente, ha aggiunto.

La variazione del Pil nella seconda metà del 2008 dovrebbe assestarsi intorno allo zero, ha aggiunto il banchiere di Dallas.

Per quanto riguarda i tassi di interesse, la strategia dipenderà dagli eventi futuri, ha detto Fisher, aggiungendo che dubita che la Fed possa fare molto di più che fornire assistenza ai mercati finanziari.

Tra gli altri fattori, secondo il banchiere, il calo dei prezzi dell'energia, se si manterrà stabile, è comunque un elemento "incoraggiante", mentre il mercato immobiliare non ha ancora toccato il suo minimo e un ulteriore calo del prezzo delle case è verosimile.