Fmi taglia crescita mondiale, zona euro per 2008 e 2009

lunedì 25 agosto 2008 14:33
 

(Reuters) - In una nota preparata per il Gruppo dei Venti il Fondo monetario rivede in ribasso le proprie previsioni per la crescita mondiale quest'anno e il prossimo rispetto all'outlook indicato a metà luglio.

L'ulteriore rallentamento previsto per l'economia globale si riflette in un deciso taglio delle previsioni relative alla zona euro, mentre vengono limate anche le stime per gli Stati Uniti.

Lo rivela una fonte del G20 in vista di un meeting tra gli sherpa del gruppo dei Venti che si terrà il prossimo fine settimana.

Secondo il funzionario che partecipa all'organizzazione del meeting, le previsioni del Fondo per la crescita mondiale passano a 3,9% per il 2008, dal 4,1% indicato nell'aggiornamento del World economic outlook pubblicato il 17 luglio scorso. La stima per il 2009 passa a 3,7% da 3,9% di luglio.

L'economia mondiale registrerà un rallentamento ulteriore nel secondo semestre 2008, spiega il Fondo nella nota preparata per il G20.

Per gli Stati Uniti il Fondo conferma la stima di una crescita a 1,3% nel 2008 indicata a metà luglio, ma riduce a 0,7% da 0,8% la previsione per il prossimo anno.

Emerge, invece, più pessimismo per la zona euro: secondo l'Fmi l'area dell'euro crescerà quest'anno di solo 1,4% rispetto all'1,7% visto a luglio. Il prossimo anno la crescita si fermerà a 0,9%, contro un 1,2% previsto a luglio.

Lo scorso 14 agosto Eurostat aveva indicato che nel secondo trimestre dell'anno l'economia della zona euro ha registrato una contrazione di 0,2% rispetto al primo trimestre, segnando il primo declino dall'inizio della serie nel 1995.

 
<p>Il vice direttore del Fmi Charles Collyns (sinistra), il Responsabile delle relazioni con i media William Murray (destra) e il direttore del Dipartimento di ricerca Simon Johnson (centro), durante una conferenza stampa nella sede generale di Washington (immagine d'archivio). REUTERS/International Monetary Fund/Stephen Jaffe/Handout</p>