Usa, ordini beni durevoli in netto calo ad agosto, peggio attese

giovedì 25 settembre 2008 15:23
 

(versione in italiano, aggiunge reazione mercati)

WASHINGTON, 25 settembre (Reuters) - I nuovi ordini per beni manifatturieri di lunga durata sono scesi negli Usa del 4,5% in agosto, più delle attese, a causa del netto calo della domanda per i trasporti e per molti altri costosi beni.

Il netto calo del dato di agosto, fornito dal Dipartimento del Commercio Usa, segue il rialzo dello 0,8% di luglio, più contenuto rispetto al rialzo dell'1,3% della prima lettura.

Per agosto gli economisti avevano previsto un calo limitato all'1,6%.

Ancora peggiore è il dato se si esclude il settore dei trasporti, -3,0% in agosto, il calo più forte dall'inizio del 2007, contro una previsione di un più modesto -0,5%. Anche in questo caso la revisione del dato di luglio è penalizzante poichè si passa a un modesto +0,1% dallo 0,7% della prima lettura.

Il solo settore dei trasporti è sceso dell'8,9% in agosto dopo un rialzo del 2,8% di luglio.

Infine, se dal dato si depurano gli ordini per la difesa fatta eccezione per gli aerei, considerato un dato chiave per valutare la portata della spesa delle imprese, si registra un calo del 2% dopo il rialzo dello 0,4% di luglio.

Il dollaro ha esteso le perdite contro yen ed euro subito dopo il dato.

Alle ore 15,15 italiane l'euro quota 1,4686/90 dollari, come prima del dato, dopo essere salito fino a 1,4711 dollari subito dopo. Il dollaro quota 105,82/83 yen da 106,05 yen di prima del dato.