Commissione europea offre linee guida su asset compromessi

mercoledì 25 febbraio 2009 15:25
 

BRUXELLES, 25 febbraio (Reuters) - La Commissione europea ha esortato banche e governi a mettere in atto un approccio comune e trasparente per la gestione degli asset compromessi, tra cui rientrano quelle cartolarizzazioni sui mutui che hanno dato il via alla stretta sul credito.

Il braccio esecutivo delle 27 nazioni dell'Unione europea ha rivelato oggi le linee guida su come comportarsi con questi asset, alcuni dei quali bollati come 'tossici', per far sì che le perdite siano manifeste e gestite nel modo migliore.

Le linee guida lasciano ai singoli governi la decisione su come comportarsi con questi asset - per esempio attraverso la creazione di "bad banks" o attraverso uno schema di assicurazione degli asset - a condizione, tuttavia, che i provvedimenti non si traducano in concorrenza sleale.

A causa delle perdite dovute agli asset tossici, le banche sono state costrette a mettere mano a svalutazioni per miliardi di euro. La paura di ulteriori perdite tenute nascoste ha inoltre congelato il mercato interbancario.

Le linee guida della Commissione indicano le modalità con cui valutare gli asset e adattare la remunerazione in caso di aiuti statali. Parlano inoltre dei possibili mezzi di intervento dei governi.

La Commissione ha assicurato che l'approvazione delle misure di sollievo agli asset sarà garantita per un periodo di sei mesi, a condizione che vengano presentati i dettagli sulla valutazione degli asset.