GB, segnali buoni ma ripresa non iniziata - Banca d'Inghilterra

mercoledì 24 giugno 2009 17:53
 

LONDRA, 24 giugno (Reuters) - I segnali più recenti sull'economia sono incoraggianti, ma il verdetto sul fatto che la ripresa sia una cosa certa è ancora in sospeso, dice la Banca d'Inghilterra.

In un discorso alla Commissione Tesoro del Parlamento britannico, il governatore Mervyn King ha chiarito che il semplice discutere di exit strategy dall'imponente pacchetto di stimoli all'economia dovuto alla crisi non significa che sia in vista un rialzo dei tassi.

King ha poi aggiunto che il quadro complessivo resta invariato rispetto alle previsioni fatte in maggio dal Consiglio di politica monetaria, che indicavano un'inflazione ben al di sotto degli obiettivi anche tenendo conto del piano di stimoli in vigore.

"A smantellare gli aiuti troppo in fretta si corre il rischio di rimettere in moto la crisi. Allo stesso modo, naturalmente, dobbiamo stare attenti a non permettere che il piano di stimolo arrivi al punto di alimentare l'inflazione", ha spiegato.

King ha definito "veramente eccezionali" le dimensioni del deficit di bilancio, che dovrebbe arrivare a toccare il 12,5% del pil, e ha aggiunto che tale cifra non riflette solo la crisi finanziaria, ma anche il fatto che la politica della spesa pubblica sia stata troppo espansiva durante i periodi positivi.

Il governatore inglese ha infine precisato che riportare l'indebitamento a un livello più sostenibile deve comunque dipendere dall'effettivo inizio di una ripresa.