Crisi, banche solide, sostengono economia e imprese - Faissola

giovedì 23 ottobre 2008 14:50
 

ROMA, 23 ottobre (Reuters) - Le banche italiane sono solide e non fanno mancare, nella crisi in corso, il proprio sostegno all'economia e alle imprese.

Lo ha detto in una nota il presidente dell'Abi, Corrado Faissola, al termine di un incontro con il leader della Confcommercio, Carlo Sangalli, per fare il punto sul rappporto fra banche e imprese.

"Il settore bancario italiano si sta dimostrando solido e stabile e non sta facendo mancare il proprio sostegno all'economia e alle imprese dei vari settori produttivi, come dimostrano i tassi di crescita degli impieghi intorno al 10%", dice Faissola nella nota.

"La coesione e il lavoro comune, anche con le istituzioni, è la migliore ricetta per fronteggiare questo periodo di difficoltà e mettere a punto gli eventuali interventi ed iniziative utili al credito e far sentire effetti positivi sull'economia reale", aggiunge il presidente Abi.

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha annunciato per la prossima settimana un tavolo sulla crisi con le associazioni di banche e imprese.

Sangalli ha evidenziato "una crescente preoccupazione delle imprese, soprattutto Pmi, che tuttavia non si è tradotta ancora né in panico, né in crisi generalizzata di fiducia nella tenuta del sistema bancario, grazie anche alla tempestività delle iniziative varate a livello italiano ed europeo per rafforzare la tenuta delle banche di fronte all'onda d'urto della crisi".

Per il presidente dei commercianti comunque bisogna scongiurare la possibile ipotesi che le imprese vengano "strette nella morsa della 'bassa crescita' e della difficoltà di accesso al credito".