Materie prime,indice Confindustria maggio +7,68% su combustibili

martedì 23 giugno 2009 11:38
 

MILANO, 23 giugno (Reuters) - Sono ancora i combustibili a trascinare al rialzo l'indice sui prezzi delle materie prime in Italia nel mese di maggio.

Invertendo la tendenza degli ultimi mesi del 2008, quando il calo dei prezzi aveva evocato lo sprettro della deflazione, il 2009 continua quindi a caratterizzarsi per un progressivo aumento, sebbene contenuto, dei costi.

Secondo le rilevazioni mensili dell'ufficio studi di Confindustria, l'indice generale ponderato dei prezzi delle materie prime in euro è salito a maggio del 7,68% a 281,6 da 261,5 di aprile. A far la parte del leone è ancora una volta il comparto dei combustibili, che pesa per il 55,1%: l'aumento rispetto al mese precedente è stato del 10,6% a 364,81.

Risentendo in positivo del rally del prezzo del greggio a livello mondiale, il gasolio è salito del 7,15% a 343,5 da 320,55, la benzina del 19,14% a 373,14 da 313,17 e il greggio del 10% a 365,87 da 332,54. In forte aumento anche l'olio combustibile, con prezzi in rialzo del 19,67% a 346,81 da 289,8 mentre tra i metalli emerge il nickel, diventato in un mese più costoso del 12,87% a 319,66 da 283,2.

L'indice al netto dei combustibili, che pesa per il 44,9% sul totale, ha realizzato invece un rialzo più modesto dello 0,99% a 179,47 da 177,7, in linea con l'indice degli alimentari, che pesa per il 19,7%. Quest'ultimo ha visto complessivamente aumentare i prezzi dello 0,93% a 99,22 dal 98,3 di aprile, nonostante i singoli generi abbiano avuto comportamenti differenziati: all'aumento del prezzo delle bevande si è infatti contrapposto il calo del prezzo dei cereali, mentre la carne si è mantenuta sostanzialmente stabile.

Risulta in calo il comparto dei metalli, che pesa per il 10%. Il rialzo del nickel non è infatti riuscito a bilanciare il ribasso degli altri metalli che hanno spinto l'indice a perdere lo 0,94% a 245,79 da 248,14.

L'indice relativo a tutti i comparti non alimentari (esclusi i combustibili), che pesa per il 25,2%, è invece risultato in rialzo dell'1,02% a 242,21 da 239,76.

Sia la ponderazione che la base 100 dell'indice si rifanno al 1977.

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Materie prime,indice Confindustria maggio +7,68% su combustibili | Notizie | Macroeconomia | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,609.16
    +0.06%
  • FTSE Italia All-Share Index
    22,818.40
    +0.10%
  • Euronext 100
    1,010.93
    -0.08%