Consumi, in Italia a -1,1% in 2009, +0,4% in 2010 - Rpp

mercoledì 23 settembre 2009 13:48
 

ROMA, 23 settembre (Reuters) - Nel 2009 i consumi finali nazionali segneranno una flessione dell'1,1% dallo 0,5% del 2008, mentre torneranno con segno più a partire dal 2010 crescendo dello 0,4%.

Lo scrive il ministero dell'Economia e delle Finanze nella sua Relazione Previsionale e Programmatica per il 2010.

Nel 2011 i consumi finali nazionali saliranno dell'1,7%, dell'1,9% nel 2012 e dell'1,8% nel 2013.

A pesare sull'indice sono soprattutto i consumi delle famiglie, che per l'anno in corso scenderanno dell'1,7% dal -0,9% del 2008. A partire dal 2010 dovrebbero tornare con segno positivo segnando uno 0,5%, nel 2011 un 2,2%, e sia nel 2012 sia nel 2013 un 2,1%.

Per quanto riguarda la spesa della Pa e dell'Isp nel 2009 avrà un aumento dello 0,5% dallo 0,6% del 2008, nel 2010 crescerà dello 0,4%, nel 2011 resterà invariata, mentre nel 2012 e 2013 salirà rispettivamente del1'1,2% e dell'1,0%.

"I consumi privati (in particolare quelli di beni durevoli) hanno mostrato una ripresa rispetto al trimestre precedente per effetto degli incentivi per il rinnovo del parco auto varati dal Governo lo scorso febbraio", rileva la Relazione, ricordando che da aprile la fiducia dei consumatori "ha compiuto un apprezzabile recupero, maggiore di quello realizzato nell'area dell'euro".

"Tuttavia, l'attuale incertezza sull'andamento del mercato del lavoro condiziona anche l'evoluzione attesa dei consumi privati", conclude il documento, nel quale viene rpevisto un aumento del tasso di disoccupazione all'8,5% per l'anno in corso e dell'8,8% per il 2010.