PUNTO1-Italia,a rischio 600.000 posti,governo agisca-Marcegaglia

giovedì 22 gennaio 2009 09:23
 

(Riscrive aggiungendo altre dichiarazioni Marcegaglia)

MILANO, 22 gennaio (Reuters) - L'Italia non ha fatto abbastanza per affrontare una crisi più dura del previsto, che nei prossimi mesi creerà 600.000 disoccupati in più.

E' questo il momento di attuare le riforme da sempre rinviate, - su pensioni, liberalizzazioni e abolizione delle province - e serve un piano straordinario a sostegno degli ammortizzatori sociali, delle infrastrutture e degli investimenti.

E' questo l'appello lanciato al governo dalla presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia. in un'intervista pubblicata oggi dal Sole 24 Ore in vista dell'incontro di oggi pomeriggio con l'esecutivo a palazzo Chigi.

"Ci vuole coraggio. Osare di più e varare un piano straordinario a sostegno degli ammortizzatori sociali, delle infrastrutture e degli investimenti", spiega Marcegaglia.

"Dobbiamo anche rimodulare i fondi strutturali su queste tre priorità, ma poichè abbiamo un debito pubblico eccessivo è urgente fare quelle riforme sempre rinviate. Come la riforma delle pensioni, l'abolizione delle province e la ripresa del progetto di liberalizzazioni (...)".

RISCHIO COMPETITIVITA'   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
PUNTO1-Italia,a rischio 600.000 posti,governo agisca-Marcegaglia | Notizie | Macroeconomia | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,790.86
    -1.01%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,010.02
    -0.96%
  • Euronext 100
    1,011.89
    -0.73%