MONETARIO - Cosa succede oggi venerdì 21 agosto

venerdì 21 agosto 2009 07:34
 

* Dal lato macro saranno i dati preliminari sugli indici dei direttori acquisti (Pmi) per il settore manifatturiero e terziario in Germania, Francia e zona euro ad attrarre l'attenzione. Le stime vedono ancora contrazione in tutti i casi, seppur in attenuazione. Tuttavia l'indice Zew, che riferisce l'opinione di analisti e investitori istituzionali e che ha mostrato, a sorpresa, un'espansione a 56,1, massimo da aprile 2006, fa pensare che anche i dati di oggi potrebbero stupire.

* Nel pomeriggio il palcoscenico sarà dominato da Bernanke che, da un simposio della Fed di Kansas City a cui partecipa anche Draghi, parlerà di questo anno di crisi. La scorsa settimana il Fomc della Fed, nel confermare i tassi di interesse, ha detto che si iniziano a vedere i primi segnali di stabilizzazione dell'economia nonostante una persistente fragilità e le preoccupazioni sul fronte dell'occupazione.

* Dal lato dell'offerta, atteso in serata l'annuncio delle aste a brevissimo di mercoledì prossimo e dei BTPei in asta giovedì, oltre alle tipologie di titoli a medio lungo offerte venerdì.

* Il Pil cinese crescerà nel terzo trimestre di circa l'8,5% rispetto all'anno scorso, dal 7,9% del secondo trimestre. Lo afferma la think-tank governativa State Information Centre, aggiungendo di non vedere rischi inflazionistici e di prevedere nuovi cali per prezzi al consumo e prezzi alla produzione.

* La Nuova Zelanda uscirà dalla recessione entro fine 2009, ma non è ancora il momento di rialzare i tassi, ha detto stamane il primo ministro John Key.

  Continua...