PUNTO 1 - Italia,crisi economia non così drammatica - Berlusconi

martedì 20 gennaio 2009 15:13
 

(Aggiunge a paragrafo 6 e 7 altre dichiarazioni di Berlusconi)

MILANO, 20 gennaio (Reuters) - Un calo del 2% del Pil italiano nel 2009, così come previsto dalla Commissione europea e da Bankitalia, presuppone un ritorno alla situazione di due anni fa e non sarebbe indice di una situazione drammatica.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a margine di un evento a Milano.

In caso di calo del Pil del 2% "significa che torniamo indietro di due anni e non mi sembra che due anni fa stessimo così male", ha detto il premier. "Sarà un momento di riflessione in un'epoca di consumismo, penso che non possa essere una cosa così drammatica".

Berlusconi ha poi osservato che la crisi "è qualcosa che riguarda tutta la popolazione europea e mondiale".

"Credo che la profondità e l'estensione temporale della crisi stia nelle nostre mani", ha aggiunto il premier. "Bisogna avere paura di avere troppa paura. Credo che tutti quanti in coscienza dobbiamo dare il nostro piccolo contributo affinché questa crisi non sia così drammatica".

"Invito tutti quelli che possono a continuare con lo stile di vita che avevano", ha poi aggiunto.

Il premier ha quindi ricordato l'apprezzamento del piano anti-crisi da parte della Commissione Ue "sia per il rigore e la prudenza sia per il sostegno che abbiamo dato alle famiglie più bisognose".