October 20, 2008 / 4:04 PM / 9 years ago

PUNTO 1 - Usa necessitano di nuovo pacchetto fiscale - Bernanke

4 IN. DI LETTURA

(riscrive aggiungendo nuove dichiarazioni da fase domande e risposte, aggiunge apertura Casa Bianca, dettagli e contesto)

WASHINGTON, 20 ottobre (Reuters) - La prima economia mondiale sta attraversando una fase di grave rallentamento - è inifluente stabilire se tecnicamente si tratti di recessione - e necessita di un nuovo pacchetto per il rilancio della crescita.

Lo sostiene il presidente di Federal Reserve Ben Bernanke nell'audizione di fronte alla commissione Bilancio della Camera, parlando di misure fiscali di dimensione "importante" senza però anticiparne l'entità.

"Nella vostra qualità di Congresso, non sono io a potervi dire quale cifra approvare: dipende da voi" si rivolge alla commissione nella fase dedicata a domande e risposte.

"Visto il rallentamento dell'economia, se optate per misure fiscali ritengo debbano essere importanti. Non posso però indicarvi un importo" continua.

Alle parole del presidente Fed fa prontamente eco la Casa Bianca, che si dice aperta all'ipotesi di nuovi sgravi fiscali ma precisa che dipenderà dai dettagli proposti dal Congresso.

"Di fronte a un'economia che potrebbe rimanere debole per alcuni trimestri e al potenziale rischio di un rallentamento prolungato, sembra appropriato che il Congresso prenda in esame l'ipotesi di un pacchetto fiscale" dice Bernanke ai rappresentanti della Camera.

Si tratta della prima volta che il banchiere centrale si schiera apertamente a favore di nuove misure per il rilancio dell'economia.

L'estate scorsa il Congresso ha dato via libera a rimborsi fiscali per circa 100 miliardi di dollari nel tentativo di far ripartire la crescita, senza tuttavia ottenere l'effetto di rilanciare le spese dei consumatori.

Sull'onda delle parole del presidente Fed gli indici della borsa Usa hanno messo a segno i massimi di seduta, salvo poi ritracciare leggermente pur mantenendosi in positivo.

"Uno degli elementi più importanti è che appoggi un nuovo pacchetto fiscale, il che mi sembra sensato" commenta Nigel Gault, direttore per la ricerca a Global Insight di Lexington.

"Il governo fa da sostegno al sistema finanziario ma deve anche intervenire a favore dell'economia reale, quasi in luogo di consumatore di ultima istanza, dal momento che la spesa del settore privato dovrebbe frenare in modo significativo" continua.

Sono diversi mesi che i Democratici del Congresso chiedono un secondo pacchetto di sgravi fiscali, misure fino a decine di miliari di dollari di investimento nel settore dell'edilizia per la riparazione di strade, ponti e altre infrastutture che incentivino occupazione e investimenti locali.

Sempre da parte democratica si sollecita inoltre maggiore sostegno alle classi deboli colpite dal rallentamento economico, soprattutto sotto forma di maggior assegni alimentari e aiuto con le bollette invernali del riscaldamento. La proposta prevede anche un aumento della spesa federale che aiuti gli stati a far fronte ai maggiori costi dello stato sociale.

Democratici e Repubblicani insieme chiedono inoltre l'estensione dei sussidi ai disoccupati di lungo termine.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below