Giappone,governo taglia giudizio economia su calo export, output

martedì 20 gennaio 2009 10:19
 

TOKYO, 20 gennaio (Reuters) - Il governo giapponese ha rivisto al ribasso il suo giudizio sulle condizioni dell'economia per il quarto mese consecutivo, citando la debolezza dei consumi e i bruschi cali di esportazioni e produzione.

Nel rapporto mensile pubblicato oggi il governo ha nuovamente messo in guardia sulla possibilità di un ulteriore deterioramento dell'economia giapponese se la crisi finanziaria si rafforzerà e i mercati azionari e valutari resteranno volatili.

"L'economia sta peggiorando rapidamente", secondo il report di gennaio del governo.

"La caratteristica di questo ultimo rallentamento è che è stato così rapido", dice un funzionario dell'ufficio governativo che compila il rapporto.

"Il precedente rallentamento era stato causato dallo scoppio della bolla IT. Questa volta la flessione di esportazioni e produzione è diffusa", aggiunge il funzionario.

Il crollo della domanda globale da settembre ha colpito duramente gli esportatori giapponese, spingendo grossi gruppi come Toyota Motor (7203.T: Quotazione) e Sony (6758.T: Quotazione) a tagliare produzione e posti di lavoro.

Il governo ha ridotto le stime su export e produzione industriale, dicendo che stanno scendendo "in modo molto sostanzioso". "Dato che la produzione industriale è molto importante per la performance economica complessiva, direi che l'economia si sta deteriorando a un ritmo senza precedenti", prosegue il funzionario.

Il governo ha inoltre ridotto il giudizio sui consumi, osservando che di recente sono stati deboli. A dicembre aveva detto che i consumi nel complesso erano piatti, pur con qualche caso di debolezza.