Usa, prezzi produzione gennaio salgono più di attese

giovedì 19 febbraio 2009 14:49
 

(versione italiana di dato trasmesso in lingua inglese)

WASHINGTON, 19 febbraio (Reuters) - I prezzi alla produzione negli Stati Uniti sono cresciuti più rapidamente del previsto in gennaio, dopo cinque mesi consecutivi di flessione, spinti dal rimbalzo dei prezzi dell'energia.

I dati del dipartimento del Lavoro tuttavia evidenziano come in generale le pressioni inflazionistiche restino contenute.

L'indice Ppi è salito dello 0,8% in gennaio mentre la mediana delle attese indicava +0,2% dopo un calo dell'1,9% in dicembre.

Al netto di alimentari ed energia, i prezzi sono saliti dello 0,4% dopo il +0,2% di dicembre. Anche in questo caso la mediana delle attese era inferiore e si attestava a 0,1%.

Su anno i prezzi alla produzione sono scesi dell'1% registrando la caduta più brusca dal meno 1,2% dell'ottobre 2006.

Su anno i prezzi alla produzione 'core' risultano in crescita del 4,2%.

Dopo cinque mesi di flessione, i prezzi dell'energia sono balzati del 3,7% a gennaio. In particolare il prezzo della benzina è schizzato del 15%, massimo aumento dal novembre 2007.

In calo per contro i prezzi degli alimentari (-0,4%) grazie al raffreddamento dei prezzi di latticini e carne, che ha più compensato l'aumento del costo delle verdure.

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Usa, prezzi produzione gennaio salgono più di attese | Notizie | Macroeconomia | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    21,363.85
    +0.21%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,579.91
    +0.21%
  • Euronext 100
    1,025.53
    +0.10%