PUNTO 1 - Spagna, governo e Ocse vedono recessione in 2009

mercoledì 19 novembre 2008 12:16
 

(aggiunge previsioni Ocse in prima parte take)

MADRID, 19 novembre (Reuters) - L'economia spagnola si contrarrà nel 2009 per via del calo nelle costruzioni e nelle spese al consumo e intraprenderà una lenta ripresa nel 2010, con il retrocedere delle turbolenze finanziarie e la ripresa dell'economia mondiale. Lo ha mostrato oggi uno studio Ocse.

L'organizzazione ha tagliato le sue stime sul Pil 2009 a -0,9% dal precedente +1,1% e ridotto le sue stime per il Pil 2008 a +1,3% da +1,6%.

L'outlook dell'Ocse è più pessimistico di quello della Commissione europea e del Fondo monetario internazionale, che stimano rispettivamente una contrazione del Pil dello 0,2% e dello 0,7% nel 2009.

Il governo spagnolo stima una crescita dell'1% nel 2009, ma ha detto che rivedrà le stime in dicembre.

Il segretario all'Economia, David Vegara, ha detto oggi che la Spagna potrebbe trovarsi davanti a una prolungata recessione.

"Questo non può essere escluso" ha detto Vegara ai giornalisti subito dopo i dati definitvi del Pil del terzo trimestre che hanno mostrato una contrazione per la prima volta dal 1993.

Vegara ha detto che i dati del Pil del terzo trimestre indicano ulteriori deboli trimestri a venire.

"L'economia spagnola sarà certamente relativamente debole fino a metà dell'anno prossimo" ha detto Vegara.