Ecofin verso progressi su sorveglianza finanziaria - Borg

martedì 20 ottobre 2009 11:41
 

LUSSEMBURGO, 20 ottobre (Reuters) - Dal consiglio dei ministri finanziari Ue si prevede un contributo importante in materia di supervisione finanziaria, mentre sulla struttura di sorveglianza macro serve un ampio accordo politico.

A dirlo all'entrata dei lavori è il ministro svedese Anders Borg, presidente di turno del consiglio Ecofin, precisando che tra i temi principali della riunione odierna figura anche quello del pacchetto ambiente.

"Prevediamo un progresso sulla supervisione finanziaria: sarà un passo importante per le decisioni che prenderemo a dicembre, sulla struttura della sorveglianza macro serve però un'ampia intesa politica" spiega, osservando che in un periodo di turbolenza come quello recente va rafforzato il ruolo della supervisione.

Tra i temi della riunione di questa mattina, ricorda Borg, anche il delicato argomento del finanziamento alle misure per contrastare i cambiamenti climatici, su cui è ragionevole prevedere un progresso nel dibattito tra ministri.

"Abbiamo anche il tema delle mutazioni climatiche: si dovranno ancora tenere discussioni complicate, credo però si inizi a vedere il perimetro di un'intesa" dice alla stampa.

L'agenda del consiglio prevede infatti le conclusioni dei ventisette sul pacchetto clima, mentre sulla supervisione finanziaria sarà la Commissione a presentare un rapporto.

Altro argomento importante della riunione, oltre a un nuovo giro di tavolo sulla cosiddetta 'exit strategy', quello della tassazione e degli accordi con i paesi terzi.

Importante tassello dell'intesa, soprattutto nel caso dell'Italia, l'accordo politico anti-frode con il Liechtenstein che potrebbe diventare la base per un accordo tra Roma e la Conferazione elvetica.