Non è detto che 1% sia limite minimo tassi in ogni scenario-Bce

venerdì 19 giugno 2009 12:51
 

OVIEDO, Spagna, 19 giugno (Reuters) - I tassi Bce potrebbero ulteriormente scendere, qualora lo scenario economico finanziario lo richiedesse. Lo dice José Manuel Gonzales-Paramo, membro del Consiglio direttivo della Bce.

"Non è detto che l'1% sia il livello minimo dei tassi che si possa immaginare in qualunque scenario", ha spiegato a margine di una conferenza all'Università di Toledo, aggiungendo poi che "servono riforme per accelerare la ripresa economica".

"C'è un rischio implicito nel miglioramento degli indicatori economici", ha detto Gonzales-Paramo. "Le riforme nel sistema finanziario e nell'economia, comprese quelle del mercato del lavoro e per riportare in equilibrio i conti pubblici, hanno un costo politico. Se non sono portate a termine in un clima di forte pressione, la loro applicazione sarà rimandata e i germogli di ripresa non diventeranno mai arbusti. Il paradosso è che una piccola ripresa possa allentare l'incentivo a fare le riforme necessarie".

Gonzales-Paramo ha parlato di exit strategy dalle politiche eccezionali di sostegno all'economia, ricordando che "il mandato della Bce è sempre lo stesso: garantire la stabilità dei prezzi nel medio periodo. Il segnale fondamentale per decidere quando sarà il momento di mettere in atto la exit strategy sarà l'apparire di rischi di rialzo dei prezzi". Il rientro dovrà essere graduale e in linea con le condizioni dei mercati finanziari, ha poi chiarito.

Riguardo alla situazione spagnola, il membro del board Bce ha commentato che "c'è qualcosa di sbagliato quando la disoccupazione cresce come sta facendo e le agenzie dicono che rimarrà alta per molto tempo. Il mercato del lavoro non sta funzionando".