GB, disoccupati maggio salgono meno di attese, a record da 1997

mercoledì 17 giugno 2009 11:37
 

LONDRA, 17 giugno (Reuters) - La disoccupazione nel Regno Unito è cresciuta meno delle previsioni in maggio, ma l'incremento è stato comunque tale da portarla ai livelli massimi da oltre un decennio. I numeri arrivano dall'Ufficio statistico nazionale britannico, che diffonde i dati provvisori della Rilevazione sulle forze di lavoro per il Regno Unito.

Il numero di persone che chiedono il sussidio di disoccupazione è aumentato di 39.300 unità il mese scorso, rispetto a un incremento atteso di 60.000 unità. Ma l'aumento, pari al 4,8%, è il più alto da novembre 1997.

Misurata secondo i criteri stabiliti dall'Organizzazione internazionale del lavoro, la disoccupazione complessivamente arriva al 7,2%, livello più alto dal luglio 1997, e riguarda 2,26 milioni di persone.

Nel trimestre febbraio-aprile il numero dei disoccupati è cresciuto di 232.000 unità, mentre l'occupazione ne ha perse 271.000, scendendo a 29,1 milioni di occupati. Si tratta del calo più brusco di occupati da quando si è cominciato a tenere le statistiche nel 1971.

Secondo gli analisti, nonostante l'apparente rallentamento della velocità a cui spariscono i posti di lavoro, è presto per parlare di svolta.

"Non significa che siamo fuori dai guai, perché ci saranno ulteriori aumenti di disoccupazione come risposta ritardata ai problemi attuali dell'economia", ha commentato Peter Dixon di Commerzbank. "In futuro però potremmo assistere a una perdita più modesta di occupazione rispetto a quanto ci saremmo aspettati".

Il salario medio nel trimestre febbraio-aprile è cresciuto dello 0,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, principalmente a causa della tempistica del riconoscimento dei bonus: al netto di questi ultimi, la crescita migliora al 2,7%. Si tratta comunque di una crescita inferiore alle attese e della minor crescita da quando si tengono le misurazioni.