MONETARIO - Cosa succede oggi martedì 17 novembre

martedì 17 novembre 2009 07:37
 

* Gli appuntamenti chiave dal lato macro negli Usa sono per il Ppi, la produzione industriale di ottobre e i flussi di capitale di settembre. Ieri le vendite al dettaglio sono risultate migliori delle attese, in particolare nel settore auto, nonostante la revisione al ribasso dell'indice di settembre. L'indagine congiunturale della Federal Reserve di New York ha inoltre dipinto un quadro poco incoraggiante sul comparto manifatturiero di novembre.

* E' necessaria una maggior stabilità internazionale delle valute e il mondo non può rinviare ancora -- ha detto il direttore generale del Fmi Dominique Strauss-Kahn. Nel suo intervento in una conferenza a Pechino, ha ribadito la sua opinione sul fatto che una nuova valuta globale potrebbe evolversi a partire dai Diritti speciali di prelievo (Dsp) aggiungendo che "in un mondo globalizzato non c'è una soluzione nazionale".

* Il presidente americano Barack Obama ha detto a Pechino di avere sottolineato al collega cinese Hu Jintao l'importanza che si giunga ad un tasso di scambio del yuan più vicino al valore di mercato.

* Il governo degli Stati Uniti prevede di annunciare oggi la creazione di una task force antifrode. Lo rendono noto fonti vicine all'operazione. La task force includerà i dipartimenti della Giustizia, del Tesoro, e quello della Casa e dello sviluppo urbano, così come la commissione di Sicurezza per i titoli e la Borsa.

* In uno dei sui rari commenti sul valore del dollaro ieri Bernanke ha riconosciuto che la debolezza della valuta sta spingendo al rialzo alcuni prezzi, ma ha detto che altre fattori stanno invece contenendo l'inflazione.

Se da una parte Bernanke non si è mostrato indifferente al calo del dollaro, dall'altra ha detto che le strette condizioni del credito e la deboleza del mercato del lavoro pesano sulla ripresa economica, ripetendo l'impegno della Fed a tenere i tassi eccezionalmente bassi "per un periodo prolungato".   Continua...