PUNTO 1-Banche,credito imprese in riduzione in prossimi mesi-Boi

mercoledì 15 ottobre 2008 15:58
 

(aggiunge riferimento a piccole imprese)

ROMA, 15 ottobre (Reuters) - È presumibile che l'inasprimento delle condizioni di offerta si rifletta nei prossimi mesi sulle quantità di credito erogate dalle banche alle imprese.

E' quanto rileva la Banca d'Italia nel suo Bollettino economico di ottobre. Gli irrigidimenti nel credito sono stati rilevati nell'Indagine sul credito bancario relativa al secondo trimestre dell'anno effettuata il 7 luglio scorso.

L'indagine ha messo in luce che "le banche hanno registrato un rallentamento della domanda di credito da parte delle imprese, in particolare delle più piccole".

Il Bollettino rileva inoltre che "nei dodici mesi terminanti nell'agosto del 2008 l'espansione del credito bancario in Italia, ancora sostenuta, è diminuita (7,7 per cento, dal 10,1 di dicembre 2007). La decelerazione dei prestiti, in atto da circa due anni nella componente destinata alle famiglie, sta ora interessando anche quelli alle società non finanziarie. Gli andamenti recenti sono da ricondurre principalmente alla moderazione della domanda di credito da parte delle imprese e delle famiglie".

Via Nazionale aggiunge che "la decelerazione del credito appare più graduale se si imputano ai flussi di credito erogato anche gli attivi cartolarizzati dalle banche. Correggendo per l'effetto di tali operazioni, si può stimare che la crescita del credito in Italia sia stata in agosto superiore al 10%. Il rallentamento dei prestiti alle famiglie, e dei mutui in particolare, è infatti ascrivibile in parte alla ripresa delle relative operazioni di cartolarizzazione, prevalentemente finalizzate a ottenere titoli stanziabili a garanzia nelle operazioni di rifinanziamento con l'Eurosistema, in un contesto caratterizzato da tensioni sui mercati della liquidità".