Spagna,Solbes vede crescita negativa in terzo e quarto trimestre

lunedì 15 settembre 2008 09:53
 

MADRID, 15 settembre (Reuters) - L'economia spagnola, alle prese con lo sgonfiamento della bolla immobiliare, accuserà una crescita negativa nel terzo e quarto trimestre di quest'anno. Lo ha detto il ministro dell'Economia Pedro Solbes in un'intervista pubblicata oggi.

Tale contrazione, la prima negli ultimi quindici anni in Spagna, è coerente con la stima della Commissione Europea che ha previsto per il paese la recessione tecnica - due trimestri consecutivi di crescita negativa - entro fine anno.

"Dopo anni di crescita molto elevata, vedremo periodi difficili di crescita negativa nel terzo e quarto trimestre", ha detto Solbes al quotidiano finanziario El Economista.

Solbes ha confermato la propria stima per l'intero 2008 di un'espansione dell'1,6% che scenderà all'1% nel 2009, in decelerazione rispetto alla crescita del 3,7% nel 2007.

Il ministro ha tuttavia previsto una robusta ripresa nel 2010.

"Nel 2010 ci sarà una veloce ripresa in Spagna. Abbiamo un potenziale di crescita di oltre il 3%", ha detto Solbes all'El Economista.

Secondo il ministro, i conti pubblici spagnoli saranno in deficit dell'1-2% rispetto al Pil nel 2009 rispetto ad una stima precedente di un surplus dello 0,8% rispetto al Pil.

La Spagna ha registrato nel 2007 il secondo maggiore surplus di bilancio della zona euro nel 2007, pari al 2,2% del Pil.

Il governo attualmente stima per il 2008 un surplus di bilancio dell'1,15% ma ha avvertito anche che i conti pubblici potrebbero andare in rosso quest'anno.