Rischio tensioni se exit strategy non coordinate in Ue - Almunia

lunedì 14 settembre 2009 12:46
 

BRUXELLES, 14 settembre (Reuters) - Il commissario europeo per gli Affari monetari Joaquin Almunia ha messo in guardia i paesi membri dell'Ue dai rischi legati a una gestione non coordinata delle exit strategy dalle politiche di stimolo economico, in vista della fine della crisi.

"Se le decisioni di questo genere non vengono coordinate, possono nascere tensioni, protezionismo finanziario e barriere che rendono meno efficiente il nostro mercato interno", ha detto Almunia durante la presentazione dei nuovi dati della Commissione Ue sulla crescita economica.

Il commissario ha poi aggiunto che i paesi che possono dovrebbero proseguire con le politiche espansive di sostegno all'economia, spiegando che "l'impatto della crisi sul mercato del lavoro si manifesta con due o tre trimestri di ritardo".

Almunia ha poi riferito di non vedere grossi rischi legati alla dinamica dei prezzi in fase di uscita dalla recessione. "Riteniamo che i rischi insiti nelle nostre stime sull'inflazione siano equilibrati, non vediamo grossi rischi di inflazione o deflazione", ha detto. "Il quadro indica che la dinamica dell'inflazione resterà, probabilmente per tutto il 2010, sotto gli obiettivi della Bce".

Secondo le ultime stime, ha precisato Almunia, "il totale degli incentivi per combattere la crisi ammonta all'1,4% del pil 2009 e all'1,1% nel 2010".