PUNTO 3 - Dpef, in 2009 debito 115,4%, deficit 5,3%, Pil -5,2%

martedì 14 luglio 2009 19:32
 

(Aggiunge avanzo primario in coda)

ROMA, 14 luglio (Reuters) - Il Dpef che il governo si appresta a esaminare al Consiglio dei ministri di domani mattina vede nel 2009 un debito al 115,4% (dal 114,3 previsto dalla Ruef in maggio) e nel 2010 oltre il 118% (dal 117,1%).

È quanto riferiscono a Reuters fonti governative aggiungendo che il deficit/Pil 2009 è visto al 5,3% (dal precedente 4,6%) e al 5% nel 2010 (dal 4,6%).

Al netto delle misure una tantum e del ciclo, il deficit strutturale si collocherà nel 2009 al 3,1% e al 2,8% nel 2010, per poi scendere gradualmente al 2,2% nel 2013.

Il Pil, come emerso nei giorni scorsi, è visto nel 2009 a -5,2% (da -4,2% della Ruef) mentre nel 2010 dovrevve salire dello 0,5% (+0,3% nella Ruef). L'economia dovrebbe poi crescere del 2% dal 2011 al 2013.

Il saldo primario è visto a -0,4% nel 2009, +0,2% nel 2010 e in graduale ripresa fino a quota +3,5% nel 2013.