Crisi, recupero consistente solo in seconda metà 2010 - Isae

mercoledì 14 ottobre 2009 18:36
 

ROMA, 14 ottobre (Reuters) - L'economia italiana vedrà un recupero più consistente solo a partire dalla seconda metà del 2010. Per quanto riguarda il 2009 nel trimestre luglio-settembre si dovrebbe assistere a una dinamica positiva, mentre nella prima metà del 2010 si assterà a una sostanziale stabilizzazione.

Lo afferma l'Isae nel testo dell'audizione al Senato sulla Finanziaria 2010.

E' possibile "prevedere per la seconda metà del 2009 una dinamica dell'attività economica positiva, a riflesso anche degli effetti di rimbalzo che si concretizzerebbero soprattutto nel trimestre luglio-settembre. Potrebbe seguire nei primi mesi del prossimo anno una sostanziale stabilizzazione del ciclo economico e poi un recupero un po' più consistente nella seconda metà del 2010", spiega l'istituo.

"L'assenza, nella scenario globale di breve-medio periodo, di fattori autonomi di sostegno della crescita, non dipendenti dagli stimoli della politica fiscale e monetaria, pone interrogativi sulla robustezza della fase ciclica internazionale", aggiunge.

Nel caso dell'Italia l'Isae mette in guardia sul fatto che "possono incidere sfavorevolmente le ricadute della crisi sul mercato del lavoro e i rischi di razionamento del credito nel momento in cui ripartirà la richiesta di maggiori finanziamenti da parte del mondo produttivo, in particolare dagli operatori di minore dimensione".