PUNTO 1 - Cina rivede Pil 2007, ora è terza economia mondo

mercoledì 14 gennaio 2009 13:55
 

(Riscrive parzialmente aggiungendo posizionamento Cina in confronto a altri paesi, stime banca mondiale, e reddito pro capite)

PECHINO, 14 gennaio (Reuters) - La Cina ha rivisto oggi la crescita del Pil nel 2007 al 13% dal precedente 11,9%, posizionandosi come la terza economia al mondo, dopo Stati Uniti e Giappone e prima della Germania.

Lo ha reso noto oggi sul suo sito web l'ufficio nazionale di statistica cinese, in attesa di rivelare la prossima settimana i dati sulla crescita del Pil nel 2008. Le previsioni degli economisti interpellati da Reuters puntano su una crescita nel quarto trimestre del 7% rispetto all'anno scorso, ai minimi di 9 anni.

Con la revisione sul Pil del 2007 la Cina, secondo le stime ufficiali della Banca Mondiale - che utilizzano il Gross National Income (GNI) convertito in dollari secondo il metodo Atlante - ha superato la Germania con 3.218 miliardi di dollari nel 2007 contro i 3.197 miliardi dello stato tedesco, con una differenza modesta che potrebbe essersi ampliata nel 2009.

Una crescita del 13% soltanto due anni fa stride tuttavia con le previsioni per l'anno appena iniziato.

Lo scorso dicembre Royal Bank of Scotland ha infatti tagliato le sue previsioni sulla crescita 2009 del Pil cinese al 5% dalla precedente stima dell'8%. Nonostante la grandezza dell'economia cinese, inoltre, la terra di mezzo si mantiene un paese povero con un reddito pro capite di 2,360 dollari nel 2007 contro i 46,040 dollari degli Stati Uniti.